Logo Centro Corsi Martina
Home page

ECM

EDIZIONI MARTINA S.R.L.
40126 Bologna - Via delle Belle Arti 17/E - Tel. 051.6241343 - Fax 051.545.514 - info@edizionimartina.com


Il carrello Ŕ vuoto
Autore Titolo Indice

 

Sei il visitatore numero

 




  • PRESENTI COME ESPOSITORI
    12-14 Aprile 2018

    25░ CONGRESSO NAZIONALE
    ROMA


Autore
Indice
La prima pagina
 

PATOLOGIA e MEDICINA ORALE

MONTEBUGNOLI L.

Pag. 288 - illustrazioni a colori

ISBN 978-88-7572-087-2

PROMOZIONALE

Prezzo di copertina 180,00 €

Prezzo scontato

80,00 €

Quantità


Autore

prof. Lucio MONTEBUGNOLI

Nato a Bologna il 5/12/1953.

Laureato in Medicina-Chirurgia presso l'Università di Bologna nel 1978.

Specializzato in Malattie dell'Apparato Cardiovascolare nel 1981.

Specializzato in Odontostomatologia nel 1985. Ricercatore Universitario nel 1998.

Professore Associato nel 2000 con una Idoneità di Prima Fascia nel 2007.

Professore Straordinario dal 2009.

Autore di oltre 200 pubblicazioni di cui 85 in lingua inglese su giornali con Impact Factor.

Autore di 5 libri di cui uno tradotto in lingua inglese.

Titolare dell'insegnamento di Patologia Speciale Odontostomatologica presso il Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria dell'Università di Bologna.

Responsabile del Reparto di Patologia Orale e Pazienti a Rischio del Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche dell'Università di Bologna.

Indice

PARTE 1

PATOLOGIE DEL DENTE E DEI MASCELLARI

Anatomia del dente e dei mascellari

Anestesia locale in odontoiatria

Le malattie del dente

• Carie dentale
• Pulpopatie
• Parodontiti
• Disodontiasi del terzo molare

Il paziente con tumefazione nel distretto oro-facciale

• Tumefazioni odontogene
• Tumefazioni non odontogene

Articolazione temporo-mandibolare (ATM)

I traumi del distretto oro-facciale

Cisti e tumori odontogeni


PARTE 2

LESIONI DELLA MUCOSA DEL CAVO ORALE

Introduzione

Lesioni che interessano primitivamente il cavo orale e/o la cute

Lesioni vescicolose

• Herpes Simplex
• Herpes Zoster

Lesioni bollose

• Gruppo Pemfigo
• Gruppo pemfigoide
• Lesioni gengivali desquamative

Lesioni Erosivo-Ulcerose

• Ulcere traumatiche
• Aftosi o ulcere orali ricorrenti
• Eritema multiforme
• Sifilide

Lesioni bianche e/o rosse

• Lesioni prive di potenzialità maligna
• Lesioni potenzialmente maligne
• Leucoplachia/Eritroplachia
• Lichen Planus

Lesioni pigmentate

Algoritmi diagnostici

Lesioni maligne

• Il Carcinoma squamoso del cavo orale

Lesioni iatrogene da farmaci

• Osteonecrosi da bifosfonati


PARTE 3

IL PAZIENTE CON SINTOMATOLOGIA NEL DISTRETTO ORO-FACCIALE

Il paziente con dolore nel distretto oro-facciale

• Dolore di origine dentale
• Dolore mucogengivale
• Dolore articolare
• Dolore da altre cause

Il paziente con secchezza del cavo orale

Il paziente con bruciore del cavo orale


PARTE 4

TERAPIA FARMACOLOGICA IN ODONTOIATRIA

Razionale sull'uso degli antidolorifici in odontoiatria

Razionale sull'uso degli antibiotici in odontoiatria

Razionale sull'uso dei cortisonici in odontoiatria


PARTE 5

IL PAZIENTE CON POSITIVITÀ ALL'ANAMNESI MEDICA

Il paziente cardiopatico

• Il paziente in terapia anticoagulante
• Il paziente che necessita della profilassi per l'endocardite batterica
• Il paziente a rischio per emergenza cardiologia
• Appendice: aspetti pratici delle singole operazioni

Il paziente diabetico

Il paziente endocrino

Il paziente neurologico

Il paziente psichiatrico

Il paziente allergico

La paziente in gravidanza

La prima pagina

ANATOMIA DEL DENTE E DEI MASCELLARI

ANATOMIA DEL DENTE

L'elemento dentario è un organo specifico del cavo orale caratterizzato, macroscopicamente da una corona, da una o più radici e da un colletto (FIG. 1).

La corona è la parte del dente che emerge dalla gengiva e che noi possiamo esaminare direttamente essa è ricoperta dallo smalto che è uno dei tessuti più duri del nostro organismo. Nella corona possiamo individuare cinque superfici che definiamo:

• occlusale, che contrae rapporti con i denti dell'arcata antagonista,
• mesiale, che è in contatto con la superficie distale del dente da cui è preceduto,
• distale, che è in contatto con la superficie mesiale del dente da cui è seguito,
• vestibolare, che viene a contatto con le guance e la parte interna delle labbra,
• linguale o palatale, a seconda se trattasi di un dente dell'arcata inferiore o superiore.

Nel cavo orale per indicare elementi dentali o zone della superficie dentale non si usano i termini anteriore e posteriore ma mesiale e distale prendendo come punto di riferimento la linea ideale che passa fra gli incisivi anteriori. L'anatomia coronale dei vari elementi dentali varia in base alla tipologia ed alla funzione a cui sono deputati. Nella superficie occlusale dei premolari e dei molari di entrambe le arcate possiamo individuare due formazioni molto importanti per la masticazione ed il rapporto occlusale: le cuspidi ed i solchi. Infatti i premolari ed i molari hanno la funzione di triturare i cibi. Nei canini abbiamo solo una cuspide e negli incisivi la superficie occlusale è definita margine; grazie a questa particolare anatomia svolgono la loro funzione di incidere ed addentare i cibi. Il colletto del dente è una linea che delimita il confine fra la corona e la radice dove è …